Seguici sui social

Ehi cosa stai cercando?

Intestazioni di revisione ENGWE M20

ENGWE M20 nel test: quando l'e-bike incontra il ciclomotore!

Aggiornato da Timo Altmeyer il 24 ottobre 2023

Con un design che ricorda un po' un motorino e un potente motore da 750 watt che ispira, l'ENGWE M20 si posiziona al vertice delle straordinarie e-bike. In questo test scoprirai se l'ibrido ciclomotore-e-bike è riuscito a convincermi nella pratica.

8.5
La nostra valutazione
1099€ engwe-bikes-eu.com
Compara Prezzi

Recensione: ENGWE M20

L'estetica dell'M20 unisce energia pura ed eleganza. Anche se il suo aspetto robusto ricorda quello di un ciclomotore, conserva tutte le qualità di una tradizionale e-bike. Un sistema Shimano a sette velocità offre dinamismo e gli larghi pneumatici da 4 pollici su cerchi da 20 pollici garantiscono stabilità in ogni corsa. Il tutto è completato da una sospensione a molla della ruota anteriore e posteriore.

ENGWE M20 fotografato frontalmente

L'ENGWE M20 si presenta in un look straordinario.

Ma il vero fiore all'occhiello dell'ENGWE M20 è la sua innovativa configurazione a doppia batteria. Ciò rende possibile utilizzare due batterie insieme o indipendentemente. Con un'autonomia combinata fino a 150 chilometri, la M20 stabilisce nuovi standard nel segmento delle e-bike.

ENGWE M20: unboxing e assemblaggio

L'ENGWE M2 è arrivato in perfette condizioni. Ciò è senza dubbio dovuto alla grande quantità di imbottitura e all'imballaggio robusto tipico di ENGWE. Tuttavia, il rispetto dell’ambiente sembra diverso.

ENGWE M20 dotazione completa

La fornitura completa di ENGWE M20.

A prima vista, potrebbe sembrare che la bici sia quasi completamente preassemblata, ma sono ancora necessarie alcune cose prima di poter andare in giro. La ruota anteriore compreso il parafango, il manubrio, i pedali e il faro devono essere montati. Lo strumento necessario per questo è incluso nella fornitura, ma è consigliabile utilizzare il proprio strumento di qualità superiore.

Per collegare la batteria aggiuntiva opzionale è necessario un ulteriore lavoro manuale: il sedile deve prima essere svitato. Sotto ci sono diversi cavi che devono ancora essere collegati. Idealmente con fascette per mantenere tutto a posto.

ENGWE M20 Manuale dell'utente

Tutti i passaggi sono spiegati nelle istruzioni di montaggio e funzionamento.

Tutti i passaggi sono chiaramente spiegati nelle istruzioni fornite. In alternativa alle istruzioni, ENGWE fornisce un video di assemblaggio sul canale YouTube di ENGWE che mostra chiaramente l'intero processo di assemblaggio in meno di tre minuti. Dopo circa 30 minuti, l'intero assemblaggio dell'ENGWE M20 è terminato.

ENGWE M20: design e caratteristiche

L'ENGWE M20 si differenzia in modo significativo dalle e-bike convenzionali con il suo design da ciclomotore ed è garantito per attirare l'attenzione. Questo è diventato chiaro dopo il primo giro di prova, quando gli occhi dei pedoni che passavano mi hanno seguito.

E-bike ENGWE M20 lateralmente

Con questo design, l'ENGWE M20 attira l'attenzione.

Il telaio è realizzato in robusto alluminio 6061 ed è disponibile in nero, bianco o verde. In termini di dimensioni, l'M20 è lungo ben 167 centimetri e alto 114 centimetri. Con un peso di 42,7 chilogrammi, batteria inclusa, l'e-bike è già piuttosto pesante. Se si aggiunge una batteria aggiuntiva, il peso aumenta addirittura fino a ben 45,9 chilogrammi.

Il design del sedile ricorda quello di una moto e non è regolabile in altezza. Lo stelo inoltre può essere regolato solo in inclinazione, ma non in altezza. Con un'altezza di 1,82 metri potevo comunque guidare la M20, ma la bici è progettata per persone di altezza compresa tra 1,50 e 1,80 metri. Tutto ciò che supera alla lunga diventa scomodo e risulta tutt'altro che ergonomico durante la pedalata. Anche la capacità di carico massima di 120 chilogrammi non deve essere superata.

Sedile ENGWE M20

L'ENGWE M20 non utilizza una sella, ma un sedile allungato.

Un dettaglio speciale che attira l'attenzione sono i voluminosi pneumatici larghi quattro pollici del marchio più o meno noto Chaoyang. Ci sono anche parafanghi in metallo abbinati che lasciano un'impressione solida.

Per le altre attrezzature, ENGWE si affida a componenti che sono già stati utilizzati in altri modelli del marchio. Due freni a disco da 160 millimetri con leve freno di WUXING e un deragliatore posteriore Shimano Tourney a 7 velocità, combinato con un cambio a pollice Shimano SL-TX50, meritano una menzione speciale. Entrambi sono più o meno componenti che servono al loro scopo ma si trovano nella fascia di prezzo più bassa.

Leve cambio Shimano ENGWE M20 con pollice e leve freno WUXING

Per i componenti, ENGWE si affida alla tipica tariffa standard.

Le prestazioni del motore del mozzo della ruota posteriore sono impressionanti. Con una potenza nominale di 750 Watt e una potenza di picco fino a 1000 Watt, l'e-bike mostra di cosa è fatta. Tuttavia, non è legale per l’uso su strada in tutti i paesi. In Germania l'ENGWE M20 può essere utilizzato solo su proprietà privata. ENGWE fornisce un "Certificato di conformità" UE sul proprio sito web Scaricare disponibili.

Pneumatici ENGWE M20 Chaoyang con motore nel mozzo posteriore e deragliatore posteriore Shimano Tourney

Uno sguardo alla ruota posteriore dell'ENGWE M20.

Il sistema di controllo dell'ENGWE M20 è un controller YL81C, che mostra la velocità, i chilometri totali (ODO), la distanza parziale (viaggio), lo stato della batteria e il livello di assistenza tramite un display a sinistra del manubrio. Sono presenti anche gli interruttori per le luci e il clacson elettronico sul manubrio. L'impugnatura destra funge da manopola dell'acceleratore per tutta la sua lunghezza, proprio come quella di un ciclomotore. Può essere disattivato nelle opzioni del controller.

Display LCD ENGWE M20 sul manubrio

Il display LCD è molto facile da leggere anche nelle giornate soleggiate.

Altre caratteristiche dell'ENGWE M20 includono un robusto cavalletto laterale che può facilmente sostenere il peso della bici e una luce del freno che si intensifica quando viene azionata la leva del freno, aumentando la sicurezza durante la guida.

Luce freno ENGWE M20

La luce dei freni è illuminata in due fasi ed è quindi ben visibile.

Due luminosi fari a LED che si aggiungono al design del ciclomotore dell'e-bike sono regolabili in angolazione. Ciò consente di utilizzare un faro come anabbagliante, mentre l'altro come abbagliante.

Faro anteriore a LED ENGWE M20

I due fari a LED brillano intensamente e sono regolabili individualmente.

La caratteristica più interessante di ENGWE M20 è la sua configurazione a doppia batteria. Oltre alla batteria da 48 V 13 Ah sul tubo obliquo, c'è la possibilità di collegare un'altra batteria da 48 V 13 Ah al tubo superiore. Ciò si traduce in una capacità totale impressionante di 1.248 Wh, sufficiente per i lunghi viaggi.

Batteria ENGWE M20 sul tubo obliquo

Ogni batteria ha la propria chiave.

Lo stato della batteria può essere letto direttamente sulla batteria premendo un pulsante. Un vantaggio particolare è l'uscita USB-A integrata, che rende la batteria utilizzabile come power bank, anche se la ricarica è piuttosto lenta. Per motivi di sicurezza, ogni batteria può essere bloccata con la propria chiave.

Inoltre, le batterie sono rimovibili. Basta girare la chiave in posizione di sblocco ed estrarre la batteria. Poiché la ricarica può richiedere fino a 10 ore, si consiglia di ricaricarla durante la notte.

ENGWE mostra un chiaro ulteriore sviluppo in termini di controllo di qualità. Nel confronto diretto con ENGWE EP-2 Pro, una delle prime e-bike dell'azienda, spicca la qualità costruttiva migliorata di ENGWE M20.

Sebbene ENGWE non abbia ancora raggiunto il livello qualitativo di marchi noti, i progressi sono chiaramente visibili. Questo è un segnale promettente e sottolinea l'impegno a portare sul mercato prodotti solidi e affidabili.

ENGWE M20: prova pratica

Veniamo alla prova pratica dell'ENGWE M20, che riguarda principalmente le caratteristiche di guida dell'e-bike. Per fare questo, ho testato l'e-bike su diverse superfici e pendenze. Attiviamo l'e-bike con un interruttore di accensione nella parte superiore del display e possiamo modificare il livello di supporto del motore con due pulsanti nella parte inferiore del display. Forte di questa conoscenza, inizio il mio primo giro di prova.

ENGWE M20 fotografato lateralmente dalla parte anteriore

La batteria aggiuntiva è fissata al tubo superiore e non è un ostacolo durante la guida.

Appena inizio a pedalare il motore si avvia con un leggero ritardo. Ciò è caratteristico delle e-bike con sensori di cadenza, che reagiscono in modo meno preciso rispetto ai sensori di coppia. Similmente all'avvio, c'è un leggero ritardo prima che il motore si spenga quando si smette di pedalare.

Il motore da 750 watt dell'ENGWE M20 rivela la sua impressionante potenza in pendenza. La bici affronta con facilità anche salite di 20 gradi, anche se la velocità può diminuire nei passaggi più ripidi. Le salite ripide rappresentano una sfida seria nonostante il supporto della batteria e dovresti essere pronto a pedalare forte.

Ruota posteriore ENGWE M20

C'è un catarifrangente su ciascuna delle ruote anteriori e posteriori.

Senza strozzature, l'ENGWE M20 mostra il suo vero potenziale: raggiunge velocità ben superiori ai 25 km/h consentiti. Sulla mia pista di prova privata, sono stato in grado di raggiungere velocità massime fino a 40 km/h e lo stesso ENGWE dichiara addirittura una possibile velocità massima di 45 km/h. Ciò rende ENGWE M20 una e-bike che non solo colpisce per il suo aspetto, ma vanta anche prestazioni. Per inciso, l'e-bike può essere strozzata tramite le impostazioni del controller.

Un potenziale punto pericoloso è la manopola dell'acceleratore, che è attivata per impostazione predefinita. Se giri accidentalmente la maniglia quando sali sull'e-bike, l'e-bike può sparare inaspettatamente e in modo incontrollabile. Per evitare tali incidenti, si consiglia di impostare il livello di assistenza su 0 dopo la corsa. Questo disattiva completamente il motore.

Pedali e catena ENGWE M20

I pedali e la catena fanno una buona impressione.

Il piacere di guida con ENGWE M20 è enorme. La bici galleggia letteralmente sopra il suolo grazie agli pneumatici larghi. Il profilo grosso offre un grip ottimale e sebbene i pneumatici possano essere gonfiati fino a 20 PSI, consiglio di livellarli tra 11 e 12 PSI.

L'ENGWE M20 affronta facilmente anche i maggiori dossi sulla strada. La forcella ammortizzata e l'ammortizzatore sul triangolo posteriore offrono ulteriore comfort. Lo smorzamento della compressione può essere regolato con una manopola sullo stelo destro della forcella. Completamente aperta, la corsa della sospensione è di circa 6 centimetri. Non è molto, ma le gomme rimbalzanti compensano e mantengono alta l'esperienza di guida.

Forcella ammortizzata ENGWE M20

La deflessione della molla può essere regolata utilizzando la manopola rossa.

Il deragliatore posteriore Shimano ha funzionato in modo affidabile durante il test e le marce sono cambiate senza intoppi. Anche i freni meccanici fanno il loro lavoro, anche se avrei preferito i freni a disco idraulici. In caso di frenata d'emergenza a partire da 30 km/h, l'e-bike si ferma in modo efficiente su un breve tratto.

Al termine della nostra prova, vogliamo dare uno sguardo all'autonomia dell'ENGWE M20. Secondo il produttore, la batteria dovrebbe consentire un'autonomia fino a 75 chilometri al livello di supporto più basso, e con una batteria aggiuntiva potrebbe arrivare anche fino a 150 chilometri. Naturalmente l'autonomia effettiva dipende da molti fattori, come il terreno, lo stile di guida e il carico. Ed è risaputo che le specifiche del produttore si basano spesso su condizioni ideali.

ENGWE M20 fotografato di lato

E poiché era così bello, ecco di nuovo l'ENGWE M20 in tutto il suo splendore.

Nel mio test, tuttavia, sono riuscito a percorrere circa 60 chilometri prima che la batteria dovesse essere ricaricata. Si tratta di un valore di tutto rispetto che dovrebbe essere sufficiente per molti spostamenti quotidiani e per i viaggi più lunghi. L'ENGWE M20 convince non solo per la sua potenza e velocità, ma anche per la sua portata pratica.

Intestazioni di revisione ENGWE M20

ENGWE M20

8.5
valutazione
positivo

Aspetto straordinario
Buona fattura
parafanghi in metallo
Alta traduzione
Esperienza di guida galleggiante
Faro luminoso
Funzionamento a doppia batteria

negativo

Sedile non regolabile
Marcatura CE mancante
Componenti piuttosto economici (WUXING, Shimano Tourney)

Conclusione

L'ENGWE M20 colpisce a prima vista con il suo design nostalgico da ciclomotore e le prestazioni impressionanti del motore. Offre una fusione riuscita tra look classico e tecnologia moderna, che piacerà sicuramente agli amanti di entrambi i mondi.

Il lato positivo è l'elevata prestazione del motore, che garantisce valori di accelerazione impressionanti. Il design, che evoca ricordi di ciclomotori classici, è allo stesso tempo attraente e funzionale, e conferisce alla e-bike un carattere inconfondibile.

Ma ci sono anche degli aspetti negativi. Probabilmente il punto critico più serio è la mancanza di approvazione da parte dell'UE, motivo per cui l'ENGWE M20 non può essere guidato su strade regolari nella maggior parte dei paesi europei. Per la maggior parte di coloro che cercano un mezzo di trasporto quotidiano, questo potrebbe rappresentare un criterio di esclusione cruciale.

Compara Prezzi
1.099,00€
Avatar di Timo Altmeyer
autore

Timo è il fondatore di techreviewer.de e un vero esperto di tecnologia. Dagli smartphone alle e-bike, dall'home cinema alle case intelligenti, è sempre al passo con le ultime tendenze.

commenti 2

commenti 2

  1. Sebastiano Garbes

    25. Gennaio 2024 10 a: 52

    Salve, ho una domanda
    Come faccio a caricare correttamente la batteria visto che non riesco a trovare nessun report a riguardo, potete aiutarmi? Devo accendere o meno l'interruttore durante la ricarica della batteria e perché il caricabatterie si surriscalda?

  2. Bastian

    16. Giugno 2024 18 a: 41

    È possibile immatricolare la moto come scooter 45cc e quindi circolare legalmente?
    Autorizzazione volontaria, come prima alla Spedelec, a causa della quota di gas serra?

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato

Altro da ENGWE
Sommario
fabbricante

ENGWE

Modello

ENGWE M20

Specifiche

 Il motore 
Tipo: senza spazzole
Prestazioni: 750W
Coppia: 55 Nm
Velocità: fino a 25 km/h (limitata)

 accumulatore 
Tipo: agli ioni di litio
Spannung: 48 V
Carica: 13 Ah
Energia: 624 Wh

Autonomia: 55 - 75 km
Tempo di ricarica: ~ ore 5

 Servizi 
Marce: 7 (torneo Shimano)
Modalità di funzionamento: manuale, Pedelec, (acceleratore quando sbloccato)

Pneumatico: 20 "x 4"
Freni: freni a disco meccanici

Computer: sì
Paraspruzzi: sì
Sospensione: forcella ammortizzata + ammortizzatore

 Generale 
Materiale: alluminio 6061
Capacità di carico: 150 kg
Dimensione: 167 x 114 cm
Peso: kg 42,7